Una nuova professione: house sitter

House sitter: una professione sempre più ricercata

Si tratta di un lavoro che sta prendendo sempre più piede anche in Italia in quanto, capita sempre più spesso, che i proprietari delle abitazioni si assentino lasciando le loro case ed i loro animali.

E’ qui che entra in campo l’house sitter.

Chi è l’house sitter?

House sitter è un nome composto (tipo baby sitter o dog sitter).

L’house sitter è colui/colei che si prende cura di una casa quando i proprietari sono assenti.

Dietro compenso, per periodi lunghi o meno lunghi, svolgono delle mansioni quotidiane: la tengono pulita, la fanno arieggiare, innaffiano le piante, ordinano, si occupano del pagamento delle bollette, si occupano degli animali che sono lasciati a casa, ecc.

Quindi, per un certo periodo, saranno loro che si occuperanno di tutte le incombenze ed in caso di pagamenti, i proprietari provvederanno a lasciare i soldi per il pagamento delle utenze.

Dov’è nata la professione dell’house sitter?

La pratica dell’house sitting è nata molti anni fa negli Usa ed in Gran Bretagna.

Come funziona l’house sitting?

In origine funzionava in questo modo: i proprietari di casa che si assentavano (owner), affidavano le loro abitazioni ai viaggiatori in cerca di alloggio (house sitter), che appunto si offrivano di occuparsi degli animali e di svolgere piccoli lavori come innaffiare le piante o il giardino, ritirare la posta ed informare il proprietario della casa con messaggi in cui avvisavano se c’erano delle urgenze.

Grazie ai vari siti, gli appassionati sono cresciuti anche in Europa (Francia e Germania) ma, la maggior parte delle richieste, sono sempre in Usa, Canada, Gran Bretagna ed Australia.

Di primo acchito, sembra che sia solo un m odo per assicurarsi un soggiorno gratis, ma non è proprio così perché, rispetto ad un turista normale, l’house sitter, deve trascorrere più tempo in casa a sfaccendare e ad essere una presenza in casa.

Presenza in casa? Cosa significa? Significa, semplicemente che, l’obiettivo dei proprietari è quello di far credere che l’abitazione sia abitata in modo che non venga presa di mira dai ladri.

Consigli

Se l’intenzione è quella di stare in giro sia tutto il giorno che tutta la notte questo lavoro non è l’ideale perché, invece, la maggior parte del tempo lo si trascorre a casa.

Conclusioni

Comunque, se non ha molti grilli per la testa e se piace la tranquillità dei momenti passati a casa è il lavoro ideale.

Destreggiarsi fra faccende, piante, animali ed incombenze varie “tutto con una grande tranquillità” è una possibilità da valutare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui