Diventare imprenditore, Le chiavi del successo

SMETTERE DI DIVERTIRSI? MAI ! INTERVISTA AL DOMANI SMETTO

Amedeo 31 anni, uno dei proprietari di questo fantastico lounge bar sito in vicolo giudaica, una piccola stradina nel pieno centro storico di Salerno, in linea d’aria con lungomare ed a pochi minuti di cammino dal duomo e gli altri principali luoghi d’interesse storico della città.
La movida notturna è sempre stato uno dei settori trainanti dell’economia salernitana. Nel corso degli anni ha permesso alla città di Arechi di acquisire un flusso turistico notevole, affermandosi cosi come una delle principali mete della regione  in quest’ambito.
Ci sarà la possibilta di investire ancora in questo mercato  nonostante la crisi? Abbiamo scelto di raccontare la storia di uno dei locali più affermati della città per scoprire insieme la risposta.

Amedeo, come avete sviluppato la vostra idea d business?
“Il locale era già esistente. 6 anni tre ragazzi : Orlando, Davide e Valentina decisero di rilevarlo dai precedenti gestori. Io da semplice frequentatore sono poi subentrato a quest’ultima all’interno della società.
Tutti noi ragazzi eravamo stati in passato clienti dei locali della zona. La nostra grande passione per il divertimento ci ha spinto un po per gioco a tentare questa strada, pur non avendo grandi esperienze in ambito manageriale. Io personalmente ho lavoricchiato in altre attività della città ma senza mai averne la gestione vera e propria… è stata una sfida con me stesso ed ogni giorno mi da nuovi stimoli e soddisfazioni immense. “
Chi ha scelto il particolare nome del lounge bar? “Domani smetto “ ha un significato preciso ? Perche avete scelto propio di buttarvi nel mondo della movida notturna?

“Con questo nome abbiamo voluto differenziarci innanzitutto dalla gestione precedente…
di comune accordo, dopo avere valutato diverse proposte, abbiamo scelto “domani smetto” per goliardia… suona bene, è facile da ricordare, ma sopratutto perchè nostro avviso si presenta come ironico e divertente.
Per cimentarci nel mondo dell’imprenditoria abbiamo scelto questo settore in quanto sicuramente vicino alle nostre attitudini, al nostro modo di intendere la vita… L’investimento iniziale poi non si dimostrava come eccessivamente oneroso e ci siamo detti perche no? mettersi in propio da meno sicurezze rispetto al lavoro dipendente, ma ti permette di mettere maggiore creatività nella tua professione, apportando cosi  anche qualcosa di tuo.

Ormai, a 6 anni dall’apertura, possiamo dire di aver creato un luogo in cui il lavoro, pur essendo faticoso, non ci pesa più di tanto, perche ci fa sentire come membri di una grande famiglia. “

Il domani smetto ormai nel centro storico di Salerno è uno dei punti di riferimento per i giovani in cerca del divertimento, del buon bere e  di serate in allegria e spensieratezza … perche avete scelto di rilevare un locale situato in questa precisa posizione ?

“Abbiamo aperto qui il nostro “Lounge Bar “perche ritenevamo che il vicolo Giudaica, essendo in linea d’aria con la principale arteria stradale di Salerno, fosse immerso in uno dei punti nevralgici della movida cittadina. Purtroppo non è tutto oro quello che luccica.

 L’ amministrazione comunale fa veramente poco per incentivare il nostro settore, anzi, negli ultimi anni ha ostacolato a nostro avviso lo sviluppo della movida con regolamenti e ordinanze molto limitanti. Abbiamo cercato di far presente il nostro disappunto alle istituzione cittadine, facendo fronte comune con gli altri gestori…ma le nostre istanze sono rimaste inascoltate.”
A vostro avviso Salerno potrebbe offrire di più nel settore turistico e nella ristorazione? Secondo la maggioranza dei cittadini alcune grandi potenzialità sono ancora inespresse…
“Salerno ha sempre offerto molto in termini di movida nel corso degli anni. Purtroppo, in un recente periodo, anche a causa della crisi economica nazionale, il mercato ha cominciato a contrarsi fortemente.
Anni fa, nel week end la città offriva tantissimo tra concerti, presentazione di libri, mostre, ed eventi culturali…attualmente i già citati regolamenti comunali e una burocrazia farraginosa e ostile  alle nuove idee imprenditoriali hanno ridotto la vastità dell’offerta ricreativa.
C’è da dire che anche la cultura locale non da impulso a grandi guadagni per noi esercenti :
il salernitano medio non esce prima delle 11 di sera per cui organizzare eventi e apertivi pomeridiani è difficilissimo se non impossibile.
I guadagni vengono quasi totalmente dal divertimento notturno e ciò ci differenzia dalle zone d’Italia più settentrionali dove si lavora a tutti gli orari, con un massiccio flusso nella fascia pomeridiana. Lavorare in queste condizioni è difficile per tutti ma noi ci mettiamo tutto l’ entusiasmo possibile perché ci dedichiamo a quello che amiamo.”

Quale proposta commerciale caratterizza il domani smetto? a che tipo di clientela è indirizzata la vostra offerta? ? Cosa vi differenzia dagli altri locali della zona ?

“Il nostro locale si rivolge ad un pubblico vasto, dai bambini che vogliono cimentarsi con il karaoke infrasettimanale al cinquantenne che vuole semplicemente bersi un bicchiere di vino in tutta tranquillità.
Il punto di forza del “domani smetto” per noi è l’atmosfera familiare.  Siamo nati come gruppo di amici e ci riteniamo un gruppo in continuo divenire che si allarga sempre di più. La nostra filosofia è condivisone, ovvero stare insieme e divertirci senza barriere o alcuna chiusura mentale.
Oltre a questo, la qualità è uno dei punti cardine su cui si fonda il nostro modo di lavorare:
utilizziamo liquori di valore per le nostre gustose creazioni.  Molti locali offrono cicchetti a 1 euro o cocktail a 3 euro ma per noi ciò significa svendere l’alcol, spingendo il cliente ad ubriacarsi con bevande di bassa qualità… 

Al contrario noi ci poniamo l’obiettivo di fare imprenditoria seria. Sosteniamo dei costi importanti per offrirle ai nostri clienti prodotti gustosi, propio perche abbiamo rispetto nei loro confronti.
La nostra mission si fonda sulla consapevolezza che versare da bere a una persona è una grande responsabilità : Il cliente ha fiducia in noi e noi doppiamo ripagarla con prodotti di alto valore.”

Come impostate il discorso della comunicazione? Usate canali particolari per dare visibilità al vostro locale ?

“L ’ambito promozionale diciamo che è un po il nostro punto debole…al giorno d’oggi si comunica molto tramite i social e il web ma noi abbiamo un po di difficoltà a far ciò  per il semplice fatto che quando siamo qui dimentichiamo la tecnologia e mettiamo da parte cellulari e tablet,  puntando tutto sulla relazione a quattrocchi con i clienti.  
Ci siamo imposti di utilizzare maggiormente Instagram  perché ormai è diventato il social più importante per far conoscere il propio brand al pubblico,  ma il nostro canale comunicativo principale rimane il bancone del bar,  che è un luogo di amicizia, di scambio di emozioni…è il nostro campo di battaglia quotidiano.”
Se voi aveste davanti un giovane con voglia di aprire un’attività di successo nella movida cosa gli consigliereste?
“Gli consiglieremo di studiare perché questo lavoro presuppone tanta cultura. É necessaria una grande  voglia di imparare… io vivo da circa 5 anni questo in mondo e ritengo di non avere appreso ancora niente a sufficienza …cerco ricette dei cocktail tuttora, mi aggiorno continuamente sulle nuove tendenze in atto … parliamo di una professione, la gente pensa che tu faccia semplicemente il barista ma in realtà sei un professionista con grandi responsabilità perche servi bevande alcoliche.
Gli ingredienti vanno scelti, pensati, ragionati … è una questione di rispetto profondo nei confronti del cliente che non è un numero ma un amico e un amico non si prende in giro.”

 

Federico D'Alessio

Federico D'Alessio

Federico D’Alessio, 27 anni. Laureato in Consulenza e Management aziendale presso l’Università degli Studi di Salerno. Amo viaggiare, leggere, ascoltare musica e soprattutto tenermi aggiornato sulle dinamiche socio-economiche mondiali. Prediligo le tematiche legate all’ambiente, l’alimentazione e la tecnologia. Nel tempo libero mi piace praticare sport e conoscere nuove persone. Vivo a Cava de' Tirreni

Leggi altri articoli di Federico D'Alessio - Website

27 maggio 2017

FlICKR GALLERY