Prepararsi interiormente anche per un colloquio on line

Prepararsi interiormente per un colloquio on line

Prima di tutto, è importante, prepararsi anche interiormente per un colloquio on line.

Perché bisogna prepararsi interiormente?

Perché il viso ed il corpo non mentono mai…

Infatti, non si può riuscire per molto tempo, ad avere un’immagine “finta” neanche tramite la webcam: non si deve assolutamente dimenticare che l’elemento più importante è il nostro stato d’animo.

Cosa fa lo stato d’animo?

Lo stato d’animo può distogliere l’attenzione dal colloquio creando un senso di impaccio che può portare a gesti inconsueti.

Cosa fare in questi casi?

In questi casi, bisogna semplicemente prepararsi il discorso, ripeterlo prima del colloquio: questo aiuterà a mantenere la concentrazione attiva sul discorso.

Ci si deve presentare al colloquio curati (sia nel senso estetico che nella cura dell’abbigliamento): questo aiuterà ad infondere sicurezza.

Che fare quando ci si sente insicuri?

Quando ci si sente insicuri, ci si sentirà anche in difficoltà con gli altri: se questo lo si ammette, aiuterà ad essere più tranquilli.

Cosa significa sentirsi insofferenti?

L’insofferenza è molto visibile anche in poco tempo.

Comunque se se si mantiene una posizione all’ascolto ed al dialogo equilibrata tutto diventerà più facile e con meno intoppi.

Come fare?

Per riuscire a mantenere un equilibrio si possono eseguire degli esercizi che porteranno ad ottenere un atteggiamento disponibile verso gli interlocutori.

Come gestire gli inconvenienti?

Ci sono delle accortezze che si possono adottare fin da subito, per evitare che gli inconvenienti si manifestino proprio durante il colloquio.

E’ anche vero che ci sono degli inconvenienti che non prevedibili che bisogna gestire in modo tranquillo chiedendo scusa per l’interruzione.

Prendersi cura di se stessi

Se si ci prende cura di se stessi, anche la comunicazione non verbale, sarà ottima perché, essa, è il nostro specchio.

Più si sta bene e migliore sarà ciò che si trasmetterà all’esterno.

Invece se si è nervosi, non si potrà trasmettere nulla di buono, perché la predisposizione non sarà adeguata.

Come comportarsi?

Bisogna partire da se stessi!

Ci si deve predisporre all’ “incontro” con gli altri tenendo presente che, eventuali errori, saranno sempre possibili.

Comunque, se l’interlocutore, ha compreso il nostro messaggio ed il nostro stato d’animo il “punto d’arrivo” è stato conquistato e tutto sarà più facile!

Conclusioni

Se si riuscirà a far trapelare il nostro “io” tutto sarà più semplice: anche il colloquio più complicato e “preoccupante” sarà superato come niente!

Ed, eventuali stati d’animo particolari, saranno superati alla grande!