Netflix: come le esperienze di vita lanciano un’idea

Com’è nata l’idea

L’idea della piattaforma online in cui vedere in streaming migliaia di film è nata per caso, un po’ come tutti i business geniali, da un ingegnere informatico di nome Reed Hastings.

Tutto ebbe origine quando fu costretto a pagare una penale cara per avere restituito in ritardo un film preso a noleggio. Hastings decise di lanciare un proprio servizio di noleggio di DVD, VHS e videogiochi tramite posta. La procedura di affitto era abbastanza semplice: ci si collegava al sito internet, si sfogliava un catalogo con i titoli disponibili, si sceglieva quello da noleggiare e dopo avere processato l’ordine si riceveva il prodotto comodamente in casa. Il prezzo era fisso, 6 dollari per affitto e spese di spedizioni.

La formula in un primo momento non ha il successo sperato, così, l’ingegnere, decise di stabilire un costo di abbonamento fisso mensile senza limiti. Si sceglievano tre titoli, si ricevevano tramite posta, una volta restituiti se ne potevano ricevere altri ed era possibile ripetere l’operazione più volte nello stesso mese. Da questo momento il business esplose!

Ulteriori sviluppi

Nel 2005 Netflix è arrivato a spedire un milione di DVD al giorno, nel 2009 il suo catalogo comprendeva 100.000 titoli e aveva superato i 10 milioni di abbonati.

Nel 2007, l’azienda, decide di avviare una trasformazione affiancando al classico noleggio una piattaforma online per lo streaming di video che funzionava nella stessa modalità dell’affitto dei DVD. Il passaggio rappresenta un’ulteriore sviluppo perché dà la possibilità agli utenti di guardare film, documentari e serie tv ovunque e senza limiti.

Dato l’enorme successo della piattaforma in cui gli abbonati aumentavano di giorno in giorno, Netflix, decide di iniziare ad investire nella produzione di serie tv nel 2011. Il primo sceneggiato realizzato è “House of Cards” che vince diversi Golden Globe. Inizia così la fase di produzione di serie tv, film e documentari originali Netflix che arrivano ad aggiudicarsi 112 Emmy Awards, superando il record detenuto dalla famosa compagnia HBO.

Nel 2012 riceve l’”Emmy Engineering Award”, il premio che viene conferito a un individuo, a una società o a un’organizzazione che ha migliorato i metodi esistenti o ne ha introdotti di nuovi nella trasmissione, registrazione e ricezione della televisione.

La forza di Netflix sta nell’essere flessibile, osservando le richieste del mercato, anticipando i tempi per trasformarsi a seconda delle tendenze.

Nel 2020 conta un totale di 182,9 milioni di abbonati essendo disponibile in più di 190 Paesi del mondo.