Nasce il primo fondo italiano per gli investimenti spaziali

Europe at night viewed from space with city lights showing human activity in Germany, France, Spain, Italy and other countries, 3d rendering of planet Earth, elements from NASA (https://eoimages.gsfc.nasa.gov/images/imagerecords/55000/55167/earth_lights_lrg.jpg)

Nasce il primo fondo italiano in investimenti nel settore spaziale

Primo Space è il primo fondo di venture capital tecnologico specializzato per gli investimenti spaziali.

Primo Space prende i favori degli investitori che sono entusiasti di questa nuova iniziativa.

L’iniziativa si è incentrata sul campo spaziale in una sezione che ha avuto un forte sviluppo e che è valutato a livello internazionale di circa 400 miliardi di dollari e che prevede, fra 25 anni, un aumento maggiore: si prevede un aumento di 2.700 miliardi di dollari.

Il nuovo fondo è stato anche accettato e promosso da Primomiglio Sgr.

Il primo closing di Primo Space ha raggiunto i 58 milioni di euro e ha anche ricevuto un afflusso di investitori importanti: Luigi Rossi Luciani S.a.p.a.Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI), Compagnia di San Paolo, Venture Capital SGR per conto di FOF VenturItaly (CDP), Banca Sella.

Il tetto per la raccolta è fissato a 80.000 di euro mentre l’investimento è di 30 milioni di euro da parte del FEI ed è supportato dal Piano d’Investimento per l’Europa della Commissione Europea e dal programma pilota per lo spazio di InnovFin Equity, finanziato dal budget di Horizon 2020.

Come nasce il nuovo fondo?

Il nuovo fondo nasce con l’aiuto dell’Agenzia Spaziale Italiana, che ritiene che questo supporto affiancarlo ad altri interventi che servono per la Fondazione E. Amaldi (principale advisor di Primo Space nella valutazione tecnica e nella due diligence tecnologica) e per lo sviluppo delle attività spaziali.

In cosa investirà Primo Space?

Primo Space investirà in spin-off tecnologici, startup e PMI sia “upstream” (tecnologie che vanno a costruire l’infrastruttura spaziale) sia “downstream” (applicazioni terrestri abilitate dalle tecnologie spaziali e dalle reti satellitari).

Perciò, Primomiglio, vuole collaborare con il sistema accademico e la ricerca italiana affinché si possano scoprire le migliori tecnologie ed i migliori team imprenditoriali.

Con l’apertura a privati, Blue Origin di Jeff Bezos e Space-X di Elon Musk il quadro regolatorio è stato più favorevole verso le imprese,perciò, la New Space Economy estende i suoi confini affinchè il mercato spaziale sia più accessibile anche alle imprese che vogliono usare queste risorse.

Negli ultimi 5 anni gli investimenti di venture capital sono aumentati: solo nel 2019 hanno superato i 4 miliardi di dollari.

Francesco Profumo (Presidente della Compagnia di San Paolo), ha dichiarato che la Fondazione ha messo a disposizione i propri capitali per il closing di Primo Space dato che si tratta di un primo segnale molto importante a livello industriale.