Le migliori attività da aprire durante il Covid

Il Covid e la crisi del lavoro

In questo periodo, aprire un’attività è veramente un incognita: anzi, direi, che sarebbe meglio non avviare nessun tipo di attività…almeno no quelle tradizionali.

Quale sarebbe il lavoro non tradizionale?

Eh si, oggi e soprattutto in questo periodo, il lavoro bisogna “inventarselo”!

Come? Trovando una soluzione adatta per farci lavorare e stare bene!

Aprire l’attività all’estero e lavorare da casa

Molte persone hanno perso il lavoro a causa delle restrizioni da Covid quindi, le soluzioni giuste, sono proprio queste: poche difficoltà, pochi rischi imprenditoriali, meno tasse ed attività promettenti ed efficaci.

I sistemi ideali per avere un’attività sono aprire una sede all’estero (per risparmiare sulla tasse) e lavorare da casa (a causa del contagio da Covid19).La zona più accessibile in questo momento è la Penisola Balcanica che offre anche possibilità vantaggiose.

Quali sono le migliori attività da aprire durante il Covid

Le migliori attività sono cinque:

  1. Società che si occupa di nuove terapie mediche digitali: anche le terapie mediche sono diventate digitali. Sono terapie aggiunte ai trattamenti prescritti dai medici per la cura di varie patologie: sono un aiuto al settore medico. Aprire questo tipo di società è conveniente. Lo Stato più adatto è la Slovenia (SRL al 19% flat tax);
  2. E-commerce: ci si rende conto sempre di più che la vendita on-line è sempre più frequente. Soprattutto con il Covid19, le vendite on-line, sono aumentate a vista d’occhio! Si potrebbe optare anche per il dropshipping in cui si risparmieranno i costi di magazzino. Lo Stato più adatto è la Slovenia (ditta individuale sistema forfettario al 4%);
  3. Attività di aiuto nella salute riproduttiva delle donne: Data Bridge (istituto di ricerca) prevede che entro il 2026, l’industria della fertilità, potrebbe valere 41 miliardi di dollari rispetto ai 25 miliardi del 2019: quindi è l’occasione giusta per buttarsi in questo tipo di attività. Ma, per poter avventurarsi, bisogna avere farlo in uno Stato favorevole alla digitalizzazione e con una burocrazia snella. Lo Stato più adatto è la Serbia (SRL al 15% flat tax);
  4. Attività di traduzione: viviamo in un mondo sempre più globalizzato di cui necessita una comunicazione fra Stati sempre maggiore. E’ per questo che la richiesta dei traduttori aumenterà del 46% entro il 2022. Quindi, aprire una società di servizi di traduzione all’estero (si risparmia sulle tasse), sia on line che offline sia un’ottima soluzione. Lo Stato più adatto è la Bosnia (SRL al 10% flat tax);
  5. Attività specializzate nello e-sport: si tratta di un’attività in continua crescita, tanto che si prevede che raggiungerà $1,7 miliardi nel 2022 rispetto i $1,1 miliardi nel 2018. Sono servizi collegati allo sport: lezioni di aerobica, lezioni di fitness, vendita di accessori per trekking e hiking, vendita di attrezzi fitness per casa, vendita di pacchetti escursionistici, ecc. ma tutto on line. Lo Stato più adatto è la Croazia (SRL tassa sull’utile al 12-17%).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui