Le imprese americane più apprezzate

Chi ha stima delle aziende Usa?

Nella San Francisco Bay si concentrano le imprese più stimate e che hanno ottenuto valutazioni da capogiro.

Venture Capital è felice quando “porta in alto” il nome delle aziende americane che hanno avuto più successo.

Sono 10 le start up americane più stimate 

In Usa, secondo Pitchbook,  le dieci migliori start up sono:

  • Uber: l’idea dell’autista personale è nata nel 2009 a San Francisco, quando Travis Kalanick e Garrett Camp a Parigi, non riescono a trovare un taxi. E’ così che nasce la Uber Technology Inc.;
  • Juul: è un’azienda che si occupa di sigarette elettroniche. Sette mesi dopo aver avviato l’attività, raggiunge una valutazione di 10 miliardi di dollari: è stata la start up più veloce a raggiungere questa quota;
  • Airbnb: si tratta di sharing economy. Quest’idea nasce nel 2007 a San Francisco da parte di Brian Chesky e Joe Gebbia che decidono di offrire dei posti letto nella loro casa dato che ci sarebbe stata importante conferenza di design e gli alberghi della zona non avevano più posti letto. L’idea funziona bene e nel 2009 diventa l’attuale Airbnb: a quel punto non sono più solo le stanze ad essere affittate ma interi appartamenti;
  • Spacex: è lazienda aerospaziale di Hawtorne Space Exploration Technologies Corporation (SpaceX). E’ nata nel 2002 dall’idea di Tesla Motors Elon: la società ha l’obiettivo di creare nuove tecnologie affinchè i costi per accedere allo spazio siano ridotti;
  • Wework: si tratta di una community che si occupa di lavoro. E’ nata nel 2010 e condiviso a Soho e New York dai founder Michael McKelvey e Adam Neumann;
  • Palantir: la Big Data nasce nel 2003 a Palo Alto e tra i suoi founder c’è Peter Thiel (co-fondatore di PayPal). E’ conosciuta soprattutto per Gotham e Metropolis (Gotham è un sistema di sicurezza utilizzato dall’antiterrorismo e dalla Difesa mentre Metropolis è un software dedicato alla finanza);
  • Lyft: si tratta di sharing economy. La società di trasporti con i baffi rosa, nasce nel 2012, a San Francisco da parte di John Zimmer e Logan Green;
  • Epic Games: è nata nel 1991 con il nome di Potomac Computer System a Rockville (Maryland). La società è fondata da Tim Sweeney e negli anni crea importanti videogiochi con licenza shareware: nel 1999 sposta la sede a Cary (North Carolina) e cambia la denominazione sociale in Epic Games;
  • Samumed: è un’azienda che sviluppa programmi avanzati di medicina rigenerativa (es. trattamento per la perdita di capelli maschile). Fa parte della società biopharma fondata nel 2008 a San Diego da Osman Kibar;
  • Stripe: si tratta di una tech company. Nasce nel 2010 dall’idea dei due fratelli irlandesi Patrick e John Collison che decidono di lasciare il MIT e Harvard per fondare la loro prima impresa che si chiamerà Auctomatic“: un sistema per agevolare la gestione degli affari.