La storia del Corporate Wellness

La storia del Corporate Wellness

Nonostante, il miglioramento delle condizioni di lavoro, risalgono alla seconda metà del XVIII secolo con la rivoluzione industriale, il vero miglioramento si è avuto solo negli anni ’70, quando sono arrivati i primi sindacati dei lavoratori che iniziavano a premere affinché si potessero raggiungere dei diritti.

Anche grazie alla richiesta dei diritti dei lavoratori sulla salute, si è avuta l’attuale legge sulla prevenzione dei rischi professionali.

La Corporate Wellness ha fatto la sua apparizione già nel 1970 negli Stati Uniti, quando le grandi aziende statunitensi, si occupavano con più attenzione dei loro dipendenti e del loro stato di salute e sicurezza sul posto di lavoro.

Dagli anni ’80, in America, molte imprese offrivano ai loro dipendenti dei programmi che indicavano come avere uno stile di vita corretto.

Mentre, in Italia, solo alcune aziende, negli anni 2000, hanno iniziato ad interessarsi e a parlare di questo argomento.

Alcune più importanti sono: Ferrari, Barilla ed Olivetti.

Cos’è il Corporate Wellness

Il Corporate Wellness (Benessere aziendale) serve a promuovere e migliorare la salute e il benessere dei dipendenti all’interno dell’impresa in cui lavorano.

Infatti, si tratta di un’unione perfetta, quando questi due elementi viaggiano di pari passo!

Si afferma che: “Il benessere delle persone è il benessere della società, così come il benessere dei dipendenti è il benessere dell’azienda”.

A cosa serve il Corporate Wellness?

Il Corporate Wellness serve ad aumentare la produttività e l’efficienza dei lavoratori aumenta.

L’obiettivo è investire nella salute dei dipendenti per ottenere il meglio dal loro lavoro per il bene dei lavoratori stessi e dell’azienda.

L’OMS afferma che: “I lavoratori in salute aumentano la produttività dell’impresa”.

Cos’è la salute?

Secondo l’Organizzazione Mondiale Della Sanità: “La salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non consiste soltanto in un’assenza di malattia o di infermità”.

Cos’è un ambiente di lavoro sano?

Le imprese devono agire in modo responsabile offrendo ai dipendenti un ambiente lavorativo adeguato secondo le nuove normative affinché possano essere più produttivi.

I datori di lavoro devono fare in modo che all’interno della propria impresa, il benessere fisico e mentale dei propri dipendenti, sia un elemento importante per il bene di tutti.

Nel caso ci siano problemi di salute, questi creano costi aziendali alti, quindi bisogna assolutamente prevenire ed evitare che se ne verifichino dando ai propri lavoratori un livello di benessere fattibile per la loro salute.

Le aziende e la salute dei lavoratori

Oggi, la salute dei lavoratori, è un fattore sempre più importante per le aziende ed i datori di lavoro, perciò, alcune organizzazioni hanno iniziato a proporre ed a mettere in atto, programmi specifici per promuovere la salute dei dipendenti: Corporate Wellness, Welfare aziendaleWorkplace Wellness (tutti termini inglesi che portano ad un solo termine italiano: “Benessere aziendale”) con lo scopo di dare ai propri lavoratori serenità sia sul posto di lavoro che fuori dal mondo lavorativo perché il benessere aziendale si ripercuote anche esternamente su famiglia e vita sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui