Investitori contro trader su borse europee e Wall Street

In molti settori è fondamentale la lettura delle notizie e degli avvenimenti economici. In realtà, per imprenditori e liberi professionisti è una buona abitudine interessarsi e leggere notizie come oggi sulle borse europee contro Wall Street e un dato buono per l’Italia in piena crisi lockdown.

Spieghiamo la differenza tra investitore e trader

L’investitore è chi decide di investire del capitale per ricavare profitto. L’investimento può avvenire con l’acquisto di quote capitali in società, partecipazioni azionarie o in percentuale.

Il trader invece, attraverso dei servizi bancari studiati o delle piattaforme online, ricava del profitto dall’andamento reale e immediato da andamenti economici o finanziari.

Qualsiasi persona e, soprattutto, imprenditori o liberi professionisti, possono decidere di diventare investitori o trader.

Dall’analisi del comportamento degli investitori si possono ricavare molte informazioni sulla situazione reale dell’economia. La prima settimana di settembre, ad esempio, è iniziata con una fuga degli investitori dalle borse europee (Milano, Francoforte e Parigi) per un rialzo degli indici di Wall Street.

Il riflesso sulle scelte economiche, stretegiche e professionali

Diverse fonti e analisi spiegano che il momento maggiore di ribasso si è avuto nei due giorni di fine agosto e inizio settembre. Dalle 11 fino alle 15, gli indici delle borse europee scendevano velocemente, salivano quelli di Wall Street. Forte sfiducia nei titoli bancari ma in Italia si sono registrati degli incrementi nei dati delle PMI.

Il settore manifatturiero italiano è salito ad agosto di tre punti, il dato più alto nell’Europa dei lockdown rispetto a Germania, Spagna e Francia. Gli analisti attendevano un dato migliore con la prima ripresa dell’occupazione.

Per i trader queste notizie sono importanti tutti i giorni, possiamo dire che l’andamento degli indici nell’immediato sia il loro pane quotidiano. Ci sono trader che fanno investimenti giornalieri e altri che seguono dati macro e microeconomici su più giorni connessi alle notizie giornaliere.

Per gli investitori invece l’analisi sul lungo periodo è importante, le loro scelte sono determinate dalla solidità o meno delle aziende e delle imprese in cui partecipare, dalla situazione economica e politica in cui si trovano.