Investire nella comunicazione: cosa c’è da sapere

Investire nella comunicazione
Investire nella comunicazione

Nell’era della digitalizzazione, investire nella comunicazione in modo efficace sta alla base di ogni business, e comunicare è ancora più difficoltoso in quanto viene a mancare il contatto vis a vis e si interagisce attraverso una macchina. Per questo motivo oggigiorno fare marketing e pubblicità è maggiormente importante ed equivale al fatto che all’interno di un’azienda si possono considerare diversi tipi di approccio che vanno dalle strategie per produrre profitto alla creazione di un investimento futuro che porti alla redditività della propria azienda.

Dunque, per arrivare a questi risultati bisogna portare i clienti a interessarsi ai diversi servizi e prodotti e per farlo occorre adottare una buona strategia di marketing e una comunicazione strutturata.

Investire nella comunicazione: 5 punti fondamentali per un buon marketing e una comunicazione efficace.

  1. Per prima cosa prima di investire nella comunicazione bisogna inquadrare bene il prodotto che si vuole sponsorizzare e successivamente vendere: un prodotto può essere di immensa qualità e innovazione, ma se non si porta alla luce con una buona pubblicità, difficilmente le persone saranno invogliate a comprarlo, capendo l’utilità e il bisogno di possederlo. 
  2. Bisogna individuare bene gli obiettivi che una buona strategia di marketing deve avere, e sostanzialmente sono 3:
    – la riconoscibilità del brand;
    – un’efficace comunicazione interna ed esterna;
    strumenti di marketing adeguati.
    Infatti, saper riconoscere il proprio brand significa individuare l’identità dell’azienda in modo chiaro e delineato e grazie a questo sarà maggiore la riconoscibilità da parte del target di riferimento (sia B2B sia B2C) e quindi la differenziazione rispetto ai competitor.
  3. Sviluppare un messaggio coerente: la riconoscibilità di qualsiasi brand passa attraverso le doti comunicative dell’azienda. Ciò significa che tutti gli strumenti di marketing devono ispirarsi ed essere coerenti con la linea decisa dalla funzione marketing. Tutta la comunicazione, in particolare sul web, deve essere sempre coerente con il sistema di valore dell’azienda, attraverso ogni tipo di elemento caratterizzante (colore, stile e il messaggio incisivo per fare colpo sul pubblico). Inoltre, il tutto deve essere incorniciato dalla collaborazione di una buona comunicazione interna dell’azienda ed esterna al mondo, che guarda sia a diffondere le informazioni e gli obiettivi del brand, sia a recepire i bisogni del pubblico.
  4. Fondamentale soprattutto è il saper comunicare, prima ancora di elaborare un buon messaggio di marketing. Centrale è la costruzione di una relazione positiva e durevole con il cliente, in modo da aumentare ancora di più il valore percepito e fidelizzare il cliente a tornare ad acquistare presso la proprio azienda, che può essere raggiunto soltanto attraverso una buona e costruttiva “parlantina”. Il mercato, inoltre, ha delle esigenze che vuole soddisfare e a volte le persone non sono consapevoli di avere un determinato bisogno: il compito della comunicazione è proprio questo, ovvero educare le persone su come soddisfare il loro bisogno, anche quando ne sono inconsapevoli. 
  5. Come ultimo punto, sono molto importanti le cose da comunicare, e cioè:
    un nome e logo aziendale: accattivante e facilmente riconducibile al prodotto/servizio;
    – un sito web e canali social (i più usati sono Facebook, Instagram e Linkedin) che forniscano tutte le informazioni utili e possano connettere la propria azienda a potenziali clienti da ogni parte del mondo;
    video pubblicitari: i video sono diventati il contenuto preferito e più visto dagli utenti. Sono diretti, piacevoli da vedere e fortemente esplicativi;
    – neswletter automatiche, e-commerce, blog, campagne di sponsorizzazione, ecc. che possano divulgare il più possibile il messaggio e il brand che si vuole sponsorizzare. 

Cosa bisogna sapere per evitare una cattiva comunicazione

Per un’azienda la peggior comunicazione che si possa fare è quella a vista o meglio navigando senza una meta precisa sul web: molte realtà imprenditoriali  sottovalutano l’efficacia di una buona strategia di marketing e comunicazione, facendo affidamento sulla propria conoscenza oppure “navigando a vista” senza alcuna strategia o progettualità, per non dover sostenere il costo di una consulenza professionale esterna.
Questo tipo di approccio purtroppo a lungo raggio diventa estremamente riduttivo rispetto alle potenzialità del marketing. Inoltre, la scarsità di risultati che derivano da questo tipo di visione portano l’imprenditore a considerare le risorse destinate a questa attività come ad un mero costo aziendale.

Dunque, affidarsi a una buona agenzia di comunicazione non è solo un mezzo per inquadrare la propria identità imprenditoriale, ma porta a numerosi profitti economici e rende un’azienda meritevole di notorietà e successo.