Come avviare l’apertura di una cioccolateria

Solo cioccolato artigianale ed…il gioco è fatto!

L’idea non è male anzi è molto “gustosa”!

“Basta partire” dall’idea del cioccolato e proseguire per questa strada che darà tante soddisfazioni!

Il cioccolato, è uno degli ingredienti più importanti della pasticceria italiana ed internazionale.

Inoltre, è un alimento dolcificante ed energizzante ricco di tante proprietà che piace ad adulti e bambini: lo si può mangiare in tanti modi e sempre soddisferà il palato di tutti.

Da dove nasce questa idea?

L’idea di molti nasce da un’evento che si svolge ogni anno a Perugia: “Eurochocolate 2020“.

Ovviamente per decidere in questa direzione si deve amare il cioccolato e tutte le sue caratteristiche: sicuramente il successo sarà assicurato!

Quest’anno, dal 16 al 25 ottobre erano presenti tante imprese di produzione e distribuzione di cioccolato: erano presenti 450 giovani amanti di questo gustosissimo ingrediente.

Chi è il maestro cioccolataio?

Il cioccolataio è un vero artigiano che conosce tutte le miscele di cacao e sa creare tante ricette.

Insomma è un artista del cioccolato da cui può dar vita a prelibatezze a base di cioccolato ma anche a qualcosa di più particolare come le sculture che sono una meraviglia agli occhi della gente.

Come aprire una cioccolateria?

Le strade da percorrere sono due: in proprio o in franchising.

Per quale delle due vie decidere? Sicuramente sono due scelte diverse e coraggiose da porsi ma chi decide di aprire una nuova startup lo sa già in partenza.

Iniziare l’attività in franchising è la scelta che molti fanno perchè i costi sono più bassi e distribuiti nell’arco di più anni: inoltre non si viene mai lasciti soli nel proseguimento dell’attività.

Quali sono i costi?

I costi per un’apertura in proprio sono sempre molto alti: bisogna investire sulle macchine, sugli spazi (ci vuole un locale grande), sul design del locale ed, ovviamente, sulle materie prime che devono essere sempre di ottima qualità

Quindi, magari, si potrebbe anche valutare l’idea del franchising, che non è assolutamente una brutta opportunità.

Qual è l’iter da seguire?

In primis, bisogna ricordare, che per poter aprire un’attività con la somministrazione di bevande ed alimenti bisogna essere in possesso dell’attestato dell’HACCP che si ottiene con la frequentazione di un corso.

Ottenuto questo documento si potrà decidere come proseguire per tutto il restante iter.

Innanzitutto si deve:

  • decidere un locale da affittare o da acquistare;
  • aprire la Partita IVA;
  • fare l’iscrizione al Registro delle Imprese;
  • presentare la Scia entro trenta giorni;
  • si deve fare comunicazione all’asl per richiedere l’idoneità igienico sanitaria;
  • si deve fare richiesta al comune per esposizione dell’nsegna pubblicitaria.

Conclusioni

Chi deciderà di aprire una cioccolateria potrà avere clienti tutto l’anno senza doversi preoccupare di nulla: anzi sarà il contrario…non saprà a chi accontentare prima dato che le richieste saranno molte.