Avviare la propria attività sfruttando la finanza agevolata

Aprire la propria attività con i finanziamenti agevolati

Prima di decidere di aprire un’attività ci sono molti aspetti da tenere in considerazione: il più importante sicuramente riguarda i fondi necessari per avviarla.

Quando si parla di investimenti nel campo dell’imprenditoria si deve pensare che avviare un’attività ha un costo ed anche piuttosto oneroso.

Anche se si dovesse decidere di aprire un franchising si deve sapere che potrebbe esserci  un costo iniziale non indifferente per tutti.

A questo punto sarebbe il caso di decidere per il finanziamento agevolato.

A chi rivolgersi per il finanziamento agevolato

Chi si occupa di finanziamento agevolato e di finanziamento a fondo perduto sono gli istituti di credito, la Regione di competenza e la Comunità Europea.

Dal 2000 anche la Comunità Europea e la Regione si occupa di erogare denaro con i finanziamenti per potenziare il commercio e l’imprenditoria.

A chi si erogano le agevolazioni finanziarie?

I finanziamenti a fondo perduto o a tasso agevolato, sono erogati alle donne e ai giovani con lo scopo di agevolare l’imprenditoria femminile e combattere la disoccupazione giovanile.

Ed inoltre, sono concesse a categorie con idee innovative, per la ricerca, per l’agricoltura e per la tecnologia.

Di quali agevolazioni finanziarie si parla?

Intanto, per poter avere un finanziamento (agevolato e a fondo perduto) bisogna partecipare ad un bando, che periodicamente vengono emessi: per questo bisogna sempre essere aggiornati sulle varie possibilità e sui requisiti necessari.

I finanziamenti erogati dallo Stato Italiano o dall’UE, danno la possibilità a chi ne usufruisce di poter restituire l’investimento a tassi più bassi rispetto ad altri mentre per i finanziamenti a fondo perduto l’imprenditore può non restituire una parte dell’investimento effettuato.

Esistono anche finanziamenti erogati dalle banche ma non sempre sono convenienti.

Quali sono i finanziamenti agevolati?

finanziamenti agevolati sono di 4 tipi:

  • Finanziamenti agevolati o a fondo perduto per le start-up innovative;
  • Finanziamenti agevolati o a fondo perduto per i giovani (di solito fino ai 35 anni);
  • Finanziamenti agevolati o a fondo perduto all’imprenditoria femminile (componente femminile tra soci e dipendenti);
  • Finanziamenti agevolati Invitalia (finanziamenti statali concessi per combattere la disoccupazione).

Quali sono le altre possibilità per ottenere un finanziamento?

Un’altra possibilità per ottenere un finanziamento consiste nei prestiti d’onore (sono concessi da Invitalia a livello regionale).

Il prestito d’onore dà dei limiti sulla somma da erogare e sui requisiti dell’imprenditore. Permette di ottenere un finanziamento da restituire con tassi convenienti: di solito si tratta di una somma a fondo perduto (circa il 60%) mentre il resto del finanziamento viene restituito con tassi d’interesse agevolati. Questo vale per le somme superiori a 5.000€: per quelli inferiori ci sono delle agevolazioni differenti.

Quali sono i requisiti per ottenerli?

requisiti cambiano in base all’ente che li eroga, al tipo di attività ed a seconda dei parametri del singolo bando.

Comunque, in generale, riguardano:

  • La maggiore età;
  • L’inoccupazione;
  • La residenza nel territorio nazionale da almeno sei mesi;
  • Lo sviluppo e lo svolgimento dell’attività nel territorio nazionale;
  • Il mantenimento dell’attività per almeno 5 anni;
  • Nel caso si tratti di franchising, l’imprenditore, deve avere una convenzione con Invitalia.