Aprire una cioccolateria, idee dall’Eurochocolate 2020

Dal 16 al 25 ottobre a Perugia si terrà l’edizione Eurochocolate 2020. Ogni anno, si presentano a questo grande evento le migliori imprese di produzione e distribuzione di cioccolato. Per l’occasione, gli organizzatori hanno chiesto la presenza di ben 450 giovani.

Le figure ricercate sono venditori, hostess, promoter, animatori e standisti.I candidati devono avere 18 anni, possedere il diploma, essere abituati al lavoro con il pubblico. Requisiti importanti richiesti sono la residenza o domicilio nella provincia di Perugia, la conoscenza della lingua inglese.

Chi vuole candidarsi per le figure richieste deve cercare il link “lavora con noi” nel sito www.eurochocolate.com. E’ attiva un indirizzo di posta per chiedere informazioni: selezioni2020@eurochocolate.com. Se la prima selezione va a buon fine, parteciperete ai colloqui di selezione, anche a distanza, nella prima metà di settembre.

Cioccolato artigianale: idee e azioni per investire in questo settore

Abbiamo parlato di un evento culturale importantissimo per chi ama il cioccolato, lo è anche per chi vuole investire nell’apertura di una bottega alimentare dolciaria di sicuro successo.

Il cioccolato è un ingrediente importante nella pasticceria italiana e internazionale, è un alimento dolcificante ed energizzante ricco di proprietà. Il cioccolato piace a bambini e adulti, può essere mangiato caldo e freddo, come bevanda o crema, come gelato. Chi decide di aprire una bottega cioccolateria può contare in un’attività che attira clienti tutto l’anno.

Aprire una cioccolateria vuol dire conoscere alla perfezione questo alimento e saperlo trattare su ricette e preparazioni semplici. Non basta riempire un bancone di tavolette squisite oppure acquistare dei macchinari.

Il cioccolatiere è un vero e proprio artigiano che conosce le diverse miscele di cacao, sa creare alla perfezione ricette nuove o conosciute. I clienti spesso non vogliono solo mangiare ma anche conoscere che tipi di cacao stanno assaporando. Questa attività quindi richiede imprenditorialità, nozioni di marketing e passione o conoscenza verso questo alimento così importante.

Ci sono due strade da percorrere per aprire una cioccolateria: avviare un’attività in proprio, collegarsi a reti in franchising alimentari su prodotti specifici e ricercati.

Attività in proprio contro franchising: due strade diverse coraggiose

Sia per l’apertura in proprio di una cioccolateria, sia per legarsi ad una catena in franchising sarà importante avere già delle conoscenze tecniche e artigianali.

Ricordate che la somministrazione di bevande e alimenti richiede la frequentazione di corsi specifici per l’ottenimento HACCP. Con questo documento alla mano, si deve scegliere un locale da affittare o acquistare e iniziare questo percorso amministrativo. Apertura partita IVA, iscrizione Registro delle Imprese, Scia entro trenta giorni, comunicazione asl per richiedere idoneità igienico sanitaria, richiesta al comune di autorizzazione per esposizione insegna pubblicitaria.

I costi di apertura in proprio sono sempre molto elevati, si dovrà investire molto sugli spazi, sui macchinari e le materie prime, il design del locale che accoglierà i clienti.

Cioccolateria in franchising, ecco alcune informazioni importanti

L’apertura in franchising di una cioccolateria è una strada iniziale scelta da molti perché si ha alle spalle una realtà già consolidata che permette di fare esperienza. I costi iniziali non è detto che siano minori, soprattutto se bisogna investire sul locale. Nel franchising però non si paga tutto subito, i costi sono distribuiti nell’arco di due, cinque o dieci anni. Infatti, come sistema di avvio attività richiedere un costo iniziale chiamato fee d’ingresso e delle royalty mensili che coprono l’uso del marchio noto, i macchinari e parte dei lavori sul locale che sono stati eseguiti.

Nella fase di apertura e avvio, chi opera in franchising non viene lasciato solo ma anzi consigliato e seguito dagli esperti del singolo brand che valuteranno il posto, le singole capacità imprenditoriali e forniranno strumenti già definiti per la contabilità e il marketing.