Aprire un centro di assistenza anziani

Nurse consoling senior woman holding her hand

Il mercato dell’assistenza aumenta

Oggi, all’assistenza anziani, si rivolgono persone anziane non autosufficienti ma anche non molto anziani autosufficienti per il solo semplice motivo di non stare in solitudine.

Infatti, persone di non più di 60 anni, hanno preso l’abitudine di richiedere informazioni.

Chi è solo o sta lontano dai figli, preferisce stare in compagnia di altri e si rivolge ai centri di assistenza per anziani. La malinconia e la solitudine sta facendo “vittime” per cui hanno preferito affrontare la vita quotidiana in questo modo.

Ovviamente, ci sono anche familiari di chi essendo solo e più avanti con l’età magari anche con problematiche mediche, preferiscono “chiedere aiuto” a chi potrebbe essere seguire tutti i giorni il proprio congiunto anche per stare più sicuri di avere una guida più consona.

Ed ecco che il settore dell’assistenza agli anziani diventa uno dei più fiorenti sul mercato dell’assistenza e, tramite sportelli di welfare danno informazioni a chi ne fa richiesta.

Cosa serve per aprire un’agenzia per assistenza anziani

Intanto per avviare un’impresa come un’agenzia di assistenza per anziani bisogna avere una preparazione da manager, in quanto, bisogna essere in grado di saper gestire i vari problemi che possono capitare ma assicurare agli assistiti di cui ci si occupa anche le cure necessarie.

Il personale da assumere

E’ molto importante la selezione del personale: intanto dovrà essere numero sufficiente per coprire tutte le richieste di assistenza, ma soprattutto, dovrà essere competente nel proprio lavoro ed ovviamente avere anche un attestato d una preparazione nel campo per poter assistere anziani anche con patologie particolari e non autosufficienti.

Iter per poter avviare l’attività   

Non sono necessari requisiti particolari: solo quelli previsti per avviare un’attività di servizi.

L’iter burocratico prevede:

  • L’apertura Partita IVA
  • L’iscrizione al Registro delle Imprese;
  • La comunicazione al Comune di appartenenza per l’inizio dell’attività;
  • La richiesta dell’autorizzazione per l’esposizione dell’insegna.

Altri requisiti riguardano gli adempimenti necessari per le assunzioni o per le partecipazioni ai bandi predisposti dagli Enti Pubblici: quindi è sempre il caso di controllare e verificare i curriculum ricevuti.

Quanto costa aprire un’attività di assistenza anziani

Il costo più elevato riguarda le attrezzature in quanto è consigliabile (anche s non obbligatorio) avere a disposizione ausili sanitari che servono ad eseguire in modo idoneo l’attività. Questo per garantire un’alta qualità del servizio e dare la possibilità agli utenti di essere curati in modo adeguato.

Comunque per risparmiare i costi volendo è possibile prenderli in affitto da negozi specializzati che forniscono questi materiali anche per lunghi periodi.

I costi possono aggirarsi sui 30.000 € esclusi affitto e compensi al personale.